“Retroscenismo gossipparo”

aprile 1st, 2012 § 0 comments § permalink

Mi fate linkare Christian Rocca, mi fate.

Il retroscena all’italiana, spiegano gli autori, però è molto diverso dal modello originario anglosassone, dove è chiaramente diretto a illuminare zone d’ombra o lati oscuri delle vicende pubbliche. Da noi, invece, il retroscena riguarda spesso ricostruzioni di pensieri, umori, punti di vista e deduzioni del giornalista, quasi sempre attribuite tra virgolette, cioè testualmente, ai protagonisti anche se è assai improbabile che abbiano parlato direttamente con il cronista. «Non si può non notare il rischio distorsivo di questa comunicazione», scrive Barbano. Succede, infatti, che quando il leader politico non si riconosce in quelle indiscrezioni riferite tra virgolette, prova inutilmente a smentirle. L’ultima parola spetta al giornalista pronto a ribadirne la veridicità sulla base dell’attendibilità della fonte, dichiarata tale unilateralmente e comunque tenuta segreta. «In sostanza – scrive Barbano – la dichiarata riservatezza delle frasi riportate funge da esimente per il giornalista di fronte all’eventualità di una smentita, sottraendolo all’obbligo di fornire prova della loro veridicità».

Ale, tranquillo! (di patteggiamenti, banche e giornalismo italiano)

febbraio 18th, 2012 § 0 comments § permalink

Anche questo post è per TRed, il blog della sinistra che ha un treno tra mezz’ora e deve ancora preparare la valigia.

Alessandro Gilloli ha scritto un post incazzosissimo sul pateggiamento tra banche e Stati degli USA.

Avete presente, vero, tutta la schifosa speculazone dei mutui subprime, che hanno avuto una parte non indifferente nell’innescare la crisi economica mondiale che stiamo vivendo sulla nostra pelle?

Ecco com’è finita, in questo cazzo di mondo da rovesciare come un calzino

Ma ascoltiamo cosa dice l’attorney general di New York da Rachel Maddow:

O leggiamo il New York Times:

In the agreement’s expected final form, the releases are mostly limited to the foreclosure process, like the eviction of homeowners after only a cursory examination of documents, a practice known as robo-signing.

The prosecutors and regulators still have the right to investigate other elements that contributed to the housing bubble, like the assembly of risky mortgages into securities that were sold to investors and later soured, as well as insurance and tax fraud.

Officials will also be able to pursue any allegations of criminal wrongdoing. In addition, a lawsuit Mr. Schneiderman filed Friday against MERS, an electronic mortgage registry responsible for much of the robo-signing that has marred the foreclosure process nationwide, and three banks, Bank of America, JPMorgan Chase and Wells Fargo, will also go forward

Ovvero: l’accordo, da 26 miliardi di dollari, non riguarda la crisi economica ma solo ed esclusivamente gli illeciti commessi nei pignoramenti; eventuali reati penali sono fuori dall’accordo.

Quindi, no, i “banchieri” non si sono riparati da conseguenze penali e, no, i “banchieri” non l’hanno scampata dalle colpe della crisi.

Mica colpa di Gilloli, eh, lui ha solo letto informazioni sbagliate su quello che una volta era una delle testate più illustri del giornalismo italiano e ora prende sbandate da pagina di Facebook KONTROLEBANKE.

All others must bring data

ottobre 27th, 2010 § 0 comments § permalink

Severgnini, che pure mi piace, ha fatto, per posteri e stranieri, una lista di motivi per cui ci piace Berlusconi.

Come al solito ci piace il filosofo/storico/scrittore/giornalista che ci spiega i motivi di qualcosa per ragion pura, per semplice logica e buon senso. Poi magari un giorno diventeremo un Paese che vuole dei dati, vuole un bel sondaggione fatto come si deve (con pesi, compensazioni e quant’altro) per chiederlo agli Italiani cosa vogliano e perché. O perlomeno in cui affermazioni importanti prima di diventare verità abbiano bisogno di mezzo dato. Non dico Nate Silver però magari ci saremmo potuti risparmiare tanti libri sul nordest, per esempio.

ps “In God we trust, all others must bring data”  – W. Edwards Deming

“Boh, cerca qualcosa con delle schede nella cartella immagini”

settembre 6th, 2010 § 0 comments § permalink

Repubblica ha un nuovo appello (eh va beh), questa volta “contro il porcellum” (ma quindi per l’uninominale? per le preferenze? per cosa?). Ora,  perché con tutte le foto che esistono e che avranno in archivio debbano mettere una foto delle schede delle Primarie per l’elezione del Segretario del Partito Democratico?

That’s why we can’t have nice things! (Repubblica, le primarie, il PD e la politica italiana)

luglio 31st, 2010 § 7 comments § permalink

La Repubblica. Lungo articolo sulle primarie (“gelo di Bersani!”) che dovrebbe concludersi alla terza riga (“le faremo” dice il segretario) ed invece si prolunga con affermazioni non-proprio-pro-primarie di gente che non conta nulla e frasi di indignati per professione che vogliono le primarie (dunque perfettamente d’accordo con Bersani).

Sotto un piccolo trafiletto sui parlamentari PD che vanno a L’Aquila e si dicono pronti ad assumersi la responsabilità politica, insieme al governo, di una tassa per aiutare l’Abruzzo.
Ma teniamolo piccolo e sotto le “polemiche” inesistenti altrimenti passa l’idea che Bersani e il PD stiano facendo qualcosa: dopo come si fa a fare gli indignati “e dove è il PD?” ? Poi magari si rischia di dibattere sul merito delle questioni.

Where Am I?

You are currently browsing entries tagged with giornalismo at Eggs of War.

  • TRed
  • RSS TRed

    • Salvini, il liberale
      Salvini vuole governare. Non solo perché ha nascosto nell’armadio la Padania e tutti quei temi che sotto al Po funzionano meno1, non solo per i suoi nuovi amici di letto, partendo dalla destra del Centro Italia. Ma anche per i temi che, sottotono, di nascosto, appaiono nei suoi discorsi. Salvini sa bene che per vincere […]
    • Sul diritto allo studio e le scuole private
      C’è un capitolo della sfuggente riforma scolastica del governo Renzi che sta suscitando un po’ di agitazione. Da qualche giorno si parla infatti della possibilità che nel progetto di legge della “Buona scuola” vengano inseriti sgravi fiscali per le famiglie con figli iscritti nelle scuole paritarie. In pratica, si tratterebbe di un’ulteriore forma di finanziamento […]
  • About

    C'ho una mail, scrivo pure su twitter e friendfeed.
    E un tumblr ma va e non va.
    E questo è il photoblog di mia sorella.
    Ci sono e non ci sono, tanto da fare in questi giorni.

  • RSS Cose che leggo in giro

    • What If Gotham Is Actually A Prequel To the 1960s Batman TV Series?
      Watching Gotham continue its complete and utter lunacy in "Everyone Has a Cobblepot" last night, I was struck with a single, amazing thought. What if Gotham is an origin story not for regular Batman, but for the old Batman TV show from the '60s? Because the ridiculousness is reaching that level.
    • Un Espresso che sa di fango
      Il giornalista dell’Espresso vuole farci credere che l’università non è in grado di riconoscere il merito perché non ha accolto a braccia aperte un ammirevole studioso come Matteo Fini. Beh, se c’è qualcosa di ammirevole, è che l’autore dell’articolo non sia nemmeno sfiorato dal dubbio che quanto ha scritto potrebbe dimostrare esattamente il contrario.
    • Tutto il potere ai presidi... e per la meritocrazia non ci sono i soldi, spiacenti.
      Insomma, in attesa del varo di un serio sistema di valutazione degli insegnanti, di cui tutti si riempiono la bocca da vent'anni senza venire al dunque mai, il governo ha deciso che ci pensano i presidi. Tutto il potere ai presidi. Perché? Non è ben chiaro. È un po' come la riforma del Senato: nessuno […]
    • M5S, le case degli uomini di Casaleggio pagate coi fondi pubblici del Senato
      I Cinque Stelle hanno speso 160 mila euro per gli appartamenti dello staff comunicazione, 40 mila dei quali per il solo alloggio di Rocco Casalino, l’ex del Grande fratello.
    • È tutta colpa (della disorganizzazione) dei cittadini | Pandora Pandora
      Fate questa prova: le persone che più stimate sono iscritte oppure no a un partito politico? Se la risposta è no, non meravigliatevi se nel comune dove vivete la corruzione continua a mantenersi su livelli insostenibili o se le scuole dove avete studiato e dove stanno studiando o studieranno i vostri figli sono piene di […]
    • Psychology Journal Bans Significance Testing « Science-Based Medicine
      The new BASP policy is a step in the right direction. At the very least I hope it raises awareness of the problems with relying on p-values and encourages a more nuanced understanding among researchers of statistics and methodological rigor.
    • Uscire dall’ingorgo greco-tedesco | Left Wing
      L’idea che il fallimento di un intero paese per le scelte irresponsabili di politici già da tempo usciti di scena sarebbe un’utile lezione per i loro successori non è molto più lungimirante dell’idea secondo cui il fallimento di una banca sarebbe una bella lezione per i banchieri. All’indomani del fallimento di Lehman Brothers, Francesco Giavazzi si […]
    • Ed Miliband’s critics hate him for his success » The Spectator
      During his four-year stint as Labour leader, Ed Miliband has shown courage and principle. His reward is to be trashed and ridiculed and he may yet be destroyed. [...] But consider this: if Ed Miliband does become prime minister, he will have done so without owing anything to anybody.
    • Il Made in Italy contaminato dagli OGM – Scienza in cucina - Blog - Le Scienze
      Se è così mi spiace ma devo disilludere deputati e ministri: in Italia gli OGM non si coltivano ma si “utilizzano” eccome. Alla luce del sole. Legalmente. Senza alcuna opposizione.
    • Ebola Drug Trial Is Halted for Lack of Patients - NYTimes.com
      A clinical trial in Liberia of a drug to treat Ebola has been halted because of a sharp decline in the number of people infected with the virus, and studies in West Africa of other potential treatments are also facing problems finding patients.