Sono abbastanza sicuro tu non sia Hitler

settembre 17th, 2010 § 0 comments

Nell’ultimo anno e mezzo in America hanno scoperto la piazza e tutto il mondo delle manifestazioni che noi abbiamo scoperto nel 1950 e c’è piaciuto così tanto che non l’abbiamo mai lasciato. Hanno scoperto gli estremismi e il radicamento nel territorio, hanno preso un movimento (una specie di girotondi di destra) con percentuali da movimento e l’hanno trasformato in caso nazionale, distruggendo i repubblicani moderati. Terrore, “bisogna fermarli!”, leggende metropolitane, teorie del complotto e “riprendiamoci il Paese!”.

L’ultima colpo (prima di far vincere le primarie a Christine la-masturbazione-è-adulterio O’Donnell) è stata la megamanifestazione di Glenn fuori-con-tutto Beck: “Restoring Honor”, restituire onore agli Stati Uniti, organizzata non a caso nell’anniversario del discorso “I Have a Dream” di Martin Luther King, nello stesso luogo; i militanti sono stati un po’ delusi, si aspettavano qualche antiobamata e invece si sono beccati un sermone su Dio.

Jon Stewart, del fake news show di Comedy Central, ha annunciato anche lui una manifestazione nello stesso luogo: Rally to Restore Sanity, “manifestazione per restaurare la sanità mentale” con (più o meno) queste parole:

Io credo che viviamo in un mondo con veri problemi, che richiedono vere, anche se imperfette, soluzioni; e credo che il 70-80% di noi è disposto a provarle e potrebbe sicuramente viverci.Sfortunatamente la conversazione e il processo decisionale è controllato dal restante 15-20%. Potrete conoscerli come quelli che credono che Obama sia segretamente un mussulmano che cerca di stabilire il socialismo in America per poter forzare le sue misure da chiesa cristiana nera di liberazione. O che Bush abbia lasciato che avvenisse l’Undici Settembre […] Abbiamo visto questa gente, questa gente rumorosa dominare la conversazione. […] Ma perché non sentiamo la voce di quel 70-80%? Principalmente perché avete roba da fare […] e se non aveste da fare, potrebbe mancarvi la volontà teatrale necessaria. Ma questo finisce oggi.

Noi abbiamo un movimento con il 12-13 nazionale e in alcune parti il 30 che monopolizza il dibattito e si sente così padrone del mondo da mettere i simboli nelle scuole; noi abbiamo lunghi parlarsi addosso del nulla sui nostri bei paginoni di Repubblica e panini dei telegiornali; abbiamo poi le bellissime manifestazioni colorate con numeri quadruplicati contro tutto e tutti ed il nulla in mente e chiamiamo tutto questo politica, senza fare nessuna politica, intesa come ricerca e scelta di soluzioni. Lo facciamo anche noi il Restore Sanity? Facciamo una manifestazione pacifica per una politica che parli di politica e faccia politica? Farei pure un’eccezione al mio disinteresse per le manifestazioni (per i motivi di Francesco Costa).

L’annuncio:

The Daily Show With Jon Stewart Mon – Thurs 11p / 10c
Rally to Restore Sanity
www.thedailyshow.com
Daily Show Full Episodes Political Humor Tea Party

Tagged , , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

What's this?

You are currently reading Sono abbastanza sicuro tu non sia Hitler at Eggs of War.

meta

  • TRed
  • RSS TRed

    • Ma parliamo di Corbyn
      Della sorprendente campagna di Corbyn a leader del Labour britannico ne abbiamo parlato l'altra volta, ma ci sono ancora un paio di appunti che vorremmo fare, anche alla luce di come se ne sta parlando in Italia Com'è cominciata ‘sta cosa La candidatura di Corbyn nasce in maniera molto improbabile. Un deputato pacifista e un […]
    • L’altro lato di Uber
      Uber, il servizio alternativo ai normali taxi, è diventato simbolo della cultura startup e della lotta tra nuovi e vecchi modelli di businness e come tale deve essere discusso da chi voglia parlare di sinistra e di lavoro nel 2015. Ma se la sua lotta al tradizionale e legale sistema delle licenze taxi è al […]
  • About

    C'ho una mail, scrivo pure su twitter e friendfeed.
    E un tumblr ma va e non va.
    E questo è il photoblog di mia sorella.
    Ci sono e non ci sono, tanto da fare in questi giorni.

  • RSS Cose che leggo in giro

    • Why the Rich Love Burning Man | Jacobin
      The top-down, do what you want, radically express yourself and fuck everyone else worldview is precisely why Burning Man is so appealing to the Silicon Valley technocratic scions.
    • Jeremy Corbyn is the curator of the future. His rivals are chasing an impossible dream | George Monbiot | Comment is free | The Guardian
      Labour’s inability to provide a loud and proud alternative to Conservative policies explains why so much of its base switched to Ukip at the last election. Corbyn’s political clarity explains why the same people are flocking back to him. Are they returning because he has tailored his policies to appeal to the hard right? Certainly […]
    • Europe shouldn’t worry about migrants. It should worry about creeping fascism
      The greatest threat to our “way of life” is not migration. Migration does change society, although far less so than, for example, technology, economic austerity, escalating inequality, globalisation or climate change. But the greatest threat to our “way of life”, if there has ever been such a thing on this vast and varied continent, is […]
    • Un casino immenso : minima&moralia
      C’è poi la destra, quella vera. In generale, lì vanno di moda gli anticonformisti, i cani sciolti, ma anche i ribelli di jungeriana memoria, gli intellettuali dissidenti, i presunti punk aristocratici e dulcis in fundo i fascio-hipster. Sempre convinti di essere scandalosi e controcorrente, proclamano di combattere il “pensiero unico” eppure hanno di fronte una […]
    • Selfie sticks are fine and the people who hate them are broken - SBNation.com
      This is all to lament that people out to feel good about themselves can never seem to do that in peace. The rest of us reject their behavior like it's a virus. We go to great lengths to argue (to ourselves, because they don't care) that they are sick and ruined. Selfies are great because […]
    • The Myth of the CEO
      Mary Barra, the CEO of GM, spent yesterday being grilled by Congress for her company's years-long failure to fix a known safety defect in its cars. Barra's lack of answers is being blamed on the size of the organization she leads. Which is a great argument against the salaries that CEOs earn.
    • La storia della ragazza annegata a Dubai non è proprio come l'avete letta - Il Post
      [L]a storia sembra essere vecchia di quasi vent’anni – quindi non proprio una “notizia” – e i fatti non sono mai stati realmente verificati.
    • Qual è il problema? - Il Post
      Ecco perché “sul mercato” non si trova un sostituto al software di Hacking Team. È illegale. Punto. Come ha potuto Hacking Team produrre e commercializzare sul libero mercato un (unico) prodotto destinato a violare sistemi, dati e identità? C’era una autorizzazione oppure, visto che era un’eccellenza italiana e a utilizzare il micidiale software erano (anche) […]
    • If Blairism was the Man Utd of politics, why is its youth policy so rubbish? | Marina Hyde | Comment is free | The Guardian
      If Blairism was essentially a pragmatic sort of progressivism, you’d have thought it would have been pragmatic and progressive enough to perpetuate itself better.
    • From Gamergate to Cecil the lion: internet mob justice is out of control - Vox
      If the mob just so happens to pick a target that we find despicable, such as Palmer, that does not make their actions "justice." Condoning it as such, or even shrugging it off as not such a big deal, allows these behaviors to take root. That has more significant consequences than just convincing more people […]