Sono abbastanza sicuro tu non sia Hitler

settembre 17th, 2010 § 0 comments

Nell’ultimo anno e mezzo in America hanno scoperto la piazza e tutto il mondo delle manifestazioni che noi abbiamo scoperto nel 1950 e c’è piaciuto così tanto che non l’abbiamo mai lasciato. Hanno scoperto gli estremismi e il radicamento nel territorio, hanno preso un movimento (una specie di girotondi di destra) con percentuali da movimento e l’hanno trasformato in caso nazionale, distruggendo i repubblicani moderati. Terrore, “bisogna fermarli!”, leggende metropolitane, teorie del complotto e “riprendiamoci il Paese!”.

L’ultima colpo (prima di far vincere le primarie a Christine la-masturbazione-è-adulterio O’Donnell) è stata la megamanifestazione di Glenn fuori-con-tutto Beck: “Restoring Honor”, restituire onore agli Stati Uniti, organizzata non a caso nell’anniversario del discorso “I Have a Dream” di Martin Luther King, nello stesso luogo; i militanti sono stati un po’ delusi, si aspettavano qualche antiobamata e invece si sono beccati un sermone su Dio.

Jon Stewart, del fake news show di Comedy Central, ha annunciato anche lui una manifestazione nello stesso luogo: Rally to Restore Sanity, “manifestazione per restaurare la sanità mentale” con (più o meno) queste parole:

Io credo che viviamo in un mondo con veri problemi, che richiedono vere, anche se imperfette, soluzioni; e credo che il 70-80% di noi è disposto a provarle e potrebbe sicuramente viverci.Sfortunatamente la conversazione e il processo decisionale è controllato dal restante 15-20%. Potrete conoscerli come quelli che credono che Obama sia segretamente un mussulmano che cerca di stabilire il socialismo in America per poter forzare le sue misure da chiesa cristiana nera di liberazione. O che Bush abbia lasciato che avvenisse l’Undici Settembre […] Abbiamo visto questa gente, questa gente rumorosa dominare la conversazione. […] Ma perché non sentiamo la voce di quel 70-80%? Principalmente perché avete roba da fare […] e se non aveste da fare, potrebbe mancarvi la volontà teatrale necessaria. Ma questo finisce oggi.

Noi abbiamo un movimento con il 12-13 nazionale e in alcune parti il 30 che monopolizza il dibattito e si sente così padrone del mondo da mettere i simboli nelle scuole; noi abbiamo lunghi parlarsi addosso del nulla sui nostri bei paginoni di Repubblica e panini dei telegiornali; abbiamo poi le bellissime manifestazioni colorate con numeri quadruplicati contro tutto e tutti ed il nulla in mente e chiamiamo tutto questo politica, senza fare nessuna politica, intesa come ricerca e scelta di soluzioni. Lo facciamo anche noi il Restore Sanity? Facciamo una manifestazione pacifica per una politica che parli di politica e faccia politica? Farei pure un’eccezione al mio disinteresse per le manifestazioni (per i motivi di Francesco Costa).

L’annuncio:

The Daily Show With Jon Stewart Mon – Thurs 11p / 10c
Rally to Restore Sanity
www.thedailyshow.com
Daily Show Full Episodes Political Humor Tea Party

Tagged , , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

What's this?

You are currently reading Sono abbastanza sicuro tu non sia Hitler at Eggs of War.

meta

  • TRed
  • RSS TRed

    • Salvini, il liberale
      Salvini vuole governare. Non solo perché ha nascosto nell’armadio la Padania e tutti quei temi che sotto al Po funzionano meno1, non solo per i suoi nuovi amici di letto, partendo dalla destra del Centro Italia. Ma anche per i temi che, sottotono, di nascosto, appaiono nei suoi discorsi. Salvini sa bene che per vincere […]
    • Sul diritto allo studio e le scuole private
      C’è un capitolo della sfuggente riforma scolastica del governo Renzi che sta suscitando un po’ di agitazione. Da qualche giorno si parla infatti della possibilità che nel progetto di legge della “Buona scuola” vengano inseriti sgravi fiscali per le famiglie con figli iscritti nelle scuole paritarie. In pratica, si tratterebbe di un’ulteriore forma di finanziamento […]
  • About

    C'ho una mail, scrivo pure su twitter e friendfeed.
    E un tumblr ma va e non va.
    E questo è il photoblog di mia sorella.
    Ci sono e non ci sono, tanto da fare in questi giorni.

  • RSS Cose che leggo in giro

    • Meerkat Vs Periscope: Tech journalist is a sickly mess | BGR
      Meerkat’s “success” was the creation of a handful of West Coast tech bloggers who managed to lure major newspapers into covering a phenomenon that did not exist.
    • What If Gotham Is Actually A Prequel To the 1960s Batman TV Series?
      Watching Gotham continue its complete and utter lunacy in "Everyone Has a Cobblepot" last night, I was struck with a single, amazing thought. What if Gotham is an origin story not for regular Batman, but for the old Batman TV show from the '60s? Because the ridiculousness is reaching that level.
    • Un Espresso che sa di fango
      Il giornalista dell’Espresso vuole farci credere che l’università non è in grado di riconoscere il merito perché non ha accolto a braccia aperte un ammirevole studioso come Matteo Fini. Beh, se c’è qualcosa di ammirevole, è che l’autore dell’articolo non sia nemmeno sfiorato dal dubbio che quanto ha scritto potrebbe dimostrare esattamente il contrario.
    • Tutto il potere ai presidi... e per la meritocrazia non ci sono i soldi, spiacenti.
      Insomma, in attesa del varo di un serio sistema di valutazione degli insegnanti, di cui tutti si riempiono la bocca da vent'anni senza venire al dunque mai, il governo ha deciso che ci pensano i presidi. Tutto il potere ai presidi. Perché? Non è ben chiaro. È un po' come la riforma del Senato: nessuno […]
    • M5S, le case degli uomini di Casaleggio pagate coi fondi pubblici del Senato
      I Cinque Stelle hanno speso 160 mila euro per gli appartamenti dello staff comunicazione, 40 mila dei quali per il solo alloggio di Rocco Casalino, l’ex del Grande fratello.
    • È tutta colpa (della disorganizzazione) dei cittadini | Pandora Pandora
      Fate questa prova: le persone che più stimate sono iscritte oppure no a un partito politico? Se la risposta è no, non meravigliatevi se nel comune dove vivete la corruzione continua a mantenersi su livelli insostenibili o se le scuole dove avete studiato e dove stanno studiando o studieranno i vostri figli sono piene di […]
    • Psychology Journal Bans Significance Testing « Science-Based Medicine
      The new BASP policy is a step in the right direction. At the very least I hope it raises awareness of the problems with relying on p-values and encourages a more nuanced understanding among researchers of statistics and methodological rigor.
    • Uscire dall’ingorgo greco-tedesco | Left Wing
      L’idea che il fallimento di un intero paese per le scelte irresponsabili di politici già da tempo usciti di scena sarebbe un’utile lezione per i loro successori non è molto più lungimirante dell’idea secondo cui il fallimento di una banca sarebbe una bella lezione per i banchieri. All’indomani del fallimento di Lehman Brothers, Francesco Giavazzi si […]
    • Ed Miliband’s critics hate him for his success » The Spectator
      During his four-year stint as Labour leader, Ed Miliband has shown courage and principle. His reward is to be trashed and ridiculed and he may yet be destroyed. [...] But consider this: if Ed Miliband does become prime minister, he will have done so without owing anything to anybody.
    • Il Made in Italy contaminato dagli OGM – Scienza in cucina - Blog - Le Scienze
      Se è così mi spiace ma devo disilludere deputati e ministri: in Italia gli OGM non si coltivano ma si “utilizzano” eccome. Alla luce del sole. Legalmente. Senza alcuna opposizione.