Sono abbastanza sicuro tu non sia Hitler

settembre 17th, 2010 § 0 comments

Nell’ultimo anno e mezzo in America hanno scoperto la piazza e tutto il mondo delle manifestazioni che noi abbiamo scoperto nel 1950 e c’è piaciuto così tanto che non l’abbiamo mai lasciato. Hanno scoperto gli estremismi e il radicamento nel territorio, hanno preso un movimento (una specie di girotondi di destra) con percentuali da movimento e l’hanno trasformato in caso nazionale, distruggendo i repubblicani moderati. Terrore, “bisogna fermarli!”, leggende metropolitane, teorie del complotto e “riprendiamoci il Paese!”.

L’ultima colpo (prima di far vincere le primarie a Christine la-masturbazione-è-adulterio O’Donnell) è stata la megamanifestazione di Glenn fuori-con-tutto Beck: “Restoring Honor”, restituire onore agli Stati Uniti, organizzata non a caso nell’anniversario del discorso “I Have a Dream” di Martin Luther King, nello stesso luogo; i militanti sono stati un po’ delusi, si aspettavano qualche antiobamata e invece si sono beccati un sermone su Dio.

Jon Stewart, del fake news show di Comedy Central, ha annunciato anche lui una manifestazione nello stesso luogo: Rally to Restore Sanity, “manifestazione per restaurare la sanità mentale” con (più o meno) queste parole:

Io credo che viviamo in un mondo con veri problemi, che richiedono vere, anche se imperfette, soluzioni; e credo che il 70-80% di noi è disposto a provarle e potrebbe sicuramente viverci.Sfortunatamente la conversazione e il processo decisionale è controllato dal restante 15-20%. Potrete conoscerli come quelli che credono che Obama sia segretamente un mussulmano che cerca di stabilire il socialismo in America per poter forzare le sue misure da chiesa cristiana nera di liberazione. O che Bush abbia lasciato che avvenisse l’Undici Settembre […] Abbiamo visto questa gente, questa gente rumorosa dominare la conversazione. […] Ma perché non sentiamo la voce di quel 70-80%? Principalmente perché avete roba da fare […] e se non aveste da fare, potrebbe mancarvi la volontà teatrale necessaria. Ma questo finisce oggi.

Noi abbiamo un movimento con il 12-13 nazionale e in alcune parti il 30 che monopolizza il dibattito e si sente così padrone del mondo da mettere i simboli nelle scuole; noi abbiamo lunghi parlarsi addosso del nulla sui nostri bei paginoni di Repubblica e panini dei telegiornali; abbiamo poi le bellissime manifestazioni colorate con numeri quadruplicati contro tutto e tutti ed il nulla in mente e chiamiamo tutto questo politica, senza fare nessuna politica, intesa come ricerca e scelta di soluzioni. Lo facciamo anche noi il Restore Sanity? Facciamo una manifestazione pacifica per una politica che parli di politica e faccia politica? Farei pure un’eccezione al mio disinteresse per le manifestazioni (per i motivi di Francesco Costa).

L’annuncio:

The Daily Show With Jon Stewart Mon – Thurs 11p / 10c
Rally to Restore Sanity
www.thedailyshow.com
Daily Show Full Episodes Political Humor Tea Party

Tagged , , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

What's this?

You are currently reading Sono abbastanza sicuro tu non sia Hitler at Eggs of War.

meta

  • TRed
  • RSS TRed

    • And now, for something completely different
      Oggi sono quattro anni di TRed. Viva. Come avrete sicuramente notato, negli ultimi tempi abbiamo spostato la nostra attenzione dalla politica italiana e le sue storture a quello che succede in giro per il mondo, sempre a sinistra. Forse per sfuggire alla depressione, forse per cercare riferimenti da imitare o, più probabilmente, perché all'estero, a […]
    • Il voto clientelare non è integrazione
      Le polemiche sul voto “cinese” alle primarie di Milano andranno sicuramente a spegnersi nel giro di qualche ora, così come tutte le polemiche legate alla contingenza. Ma le reazioni alle accuse (spesso sopra le righe) del M5S da parte degli esponenti del Pd dimostrano una concezione piuttosto interessante di come venga concepita l’integrazione dei cittadini […]
  • About

    C'ho una mail, scrivo pure su twitter e friendfeed.
    E un tumblr ma va e non va.
    E questo è il photoblog di mia sorella.
    Ci sono e non ci sono, tanto da fare in questi giorni.

  • RSS Cose che leggo in giro

    • Leonardo: Il consulente che cambiò l'Italia (per sapere com'è andata CLICCA QUI!!!)
      Quando parliamo di C. come di un grande innovatore digitale, in sostanza stiamo provando a rivendere il pacco che è riuscito a rifilarci. Alla fine della fiera faceva dei siti - neanche molto belli, considerato che erano già gli anni in cui i blog si cominciavano a dichiarare morti. Nessuno che io sappia ha mai […]
    • Leonardo: Senza Pannella (avremmo fatto schifo lo stesso?)
      Qualche risultato bisogna anche portarlo a casa e Pannella è sempre stato molto accorto nell'intestarsi i risultati altrui. Senza di lui avremmo divorziato e abortito lo stesso, più o meno con le stesse difficoltà; forse non avremmo banchetti referendari tutti i sabati in centro, partiti ridotti a liste elettorali stilate da personaggi più o meno […]
    • Ma Trump non è Berlusconi
      Detto questo, chi paragona Trump a Berlusconi mostra di non aver capito qual era il vero problema con Berlusconi […] C'è bisogno di ricordarlo? A quanto pare sì. Berlusconi possedeva quasi metà dell'etere televisivo, in spregio della normativa (Rete4 avrebbe dovuto finire sul satellite); e quando vinse le elezioni modificò la normativa e mise le […]
    • The Myth of the Barter Economy - The Atlantic
      But various anthropologists have pointed out that this barter economy has never been witnessed as researchers have traveled to undeveloped parts of the globe. “No example of a barter economy, pure and simple, has ever been described, let alone the emergence from it of money,” wrote the Cambridge anthropology professor Caroline Humphrey in a 1985 […]
    • Antonin Scalia Won
      So, yes, Scalia lost on the big issues where he was just too backwards to grind out a victory. He lost on sodomy laws and same-sex marriage, and was forced to live to see a world where gay people went mainstream. That can give us some satisfaction. But on nearly every question related to the […]
    • If there is another economic crash, Europe’s far right is ready for it | Owen Jones | Opinion | The Guardian
      The left – including the British left – has a lot to learn. A convincing, coherent alternative to slash-and-burn economics, not least if another economic crisis is on the way, is desperately needed too. But there should be much greater urgency in leftwing ranks, for the far right is stronger, better organised, and well-positioned to […]
    • Uber is no better than an old-fashioned gangmaster – so London’s cabbies are striking | Trevor Merralls | Opinion | The Guardian
      Yet any criticism of Uber’s business model is treated as an attack on the new digital economy. This could not be further from the truth, as far as I’m concerned. There are huge numbers of digital companies doing great things for the economy. I use a few of them in my cab. Uber’s profitability, however, […]
    • Le unioni civili accerchiate da spettri e pregiudizi - Claudio Rossi Marcelli - Internazionale
      Perché la questione della maternità surrogata irrompe sulla scena politica solo quando si parla di coppie omosessuali, che rappresentano una casistica molto limitata? Semplice: le associazioni religiose e i movimenti omofobi hanno capito molto presto che la gestazione per altri era l’unico argomento su cui si poteva fare leva per generare il panico tra l’opinione […]
    • David Bowie and the Rise of the Grief Police - The Atlantic
      The outcry of love and sadness after the news of Bowie’s death—that heavy sense that the world had been permanently dented—was, on top of everything else, evidence of the new way of mourning. Taking to the Internet to share and cry and commiserate is now part of how we cope with a loss. It is […]
    • Leonardo: La satira del razzismo è comunque razzismo?
      Che differenza c'è tra un messaggio stupido e razzista e la parodia di un messaggio stupido e razzista? Nessuna.